Maurizio Sangineto

SANGY (Maurizio Sangineto), 1957.

Artista multidisciplinare, comunicatore, Naming specialist.

Figlio d’arte (padre pittore), dopo gli studi classici, inizia giovanissimo la carriera musicale.  Chitarrista, bassista, produttore e compositore, negli anni ’80 è tra i  protagonisti della dance music, arrivando in vetta alle classifiche USA e internazionali con numerose produzioni. Nello stesso periodo scrive anche musiche per sigle televisive RAI, come quella per le Olimpiadi di Los Angeles e colonne sonore per film.

Negli anni 90 estende il suo raggio d’azione alla comunicazione, al video e al web, aree in cui si distingue per spirito innovativo. Dirige in quel periodo, in veste di regista, artisti come Rudolf Nureyev e Placido Domingo, ricevendo in quest’ambito premi e riconoscimenti internazionali.

Si afferma così come comunicatore e pubblicitario, collaborando con alcuni dei brand più iconici. Divenendo specialista di Naming, disciplina che porta a livello accademico scrivendo il libro “Nomina e Domina”, il primo sulla Scienza/Arte dei Nomi.

Con l’apertura del nuovo millennio, Sangy inizia a delineare l‘idea critica di fondere sinergicamente le competenze acquisite nell’arco di 40 anni in un progetto artistico personale, in grado di superare l’interazione tra arte e pubblicità, affermatasi a livello mondiale con la Pop Art, già dagli anni Sessanta.

Matura l’esigenza di invertire i fattori: non più la pubblicità che entra nell’arte, ma l’arte che entra nella pubblicità, determinandone una nuova funzionalità.

Nasce così “ADVART”, nuova categoria che utilizza le tecniche di comunicazione pubblicitaria, il Naming in particolare, orientate ad un fine artistico.