Franz Kafka

Scrittore boemo di lingua tedesca (Praga 1883 – Vienna, 1924). Autore tra i maggiori del Novecento, le sue opere descrivono esperienze di un’inquietante assurdità facendo uso di una scrittura lucida, precisa e realistica nei dettagli e nel tratteggiare fatti inauditi come momenti della più normale quotidianità. Franz Kafka rifiuta ogni intento edificante, mirando piuttosto ad analizzare, con tutto ciò che di negativo, di angoscioso, di tragico, e anche di desiderabile e persino di positivo essa comporta, la sua battaglia per l’esistenza. Artista solitario e tragico, logico e trascendente, angoscioso e minuzioso, la sua produzione letteraria è inseparabile da Praga, la “città degli strambi e dei visionari” in cui trascorse la sua vita tormentata; molte delle sue opere vennero pubblicate postume, e parte di esse è incompiuta.