Chi Siamo

Tre amici che condividono l’interesse per la genialità umana espressa attraverso un’idea artistica, intellettuale e tecnica.

Angelo Crespi

Giornalista professionista. Nel 2013 ha pubblicato Ars attack. Il bluff del contemporaneo"(Johan&Levi). Nel 2014 ha scritto la pièce teatrale Nerone. Duemila anni di calunnie che ha debuttato al Teatro Manzoni di Milano. Nel 2015 sempre al Manzoni di Milano è andato in scena la commedia La grande guerra di Mario. Nel 2016 ha scritto la drammaturgia di D'Annunzio Segreto che ha debutatto al Quirino di Roma. Nel 2017 per le edizioni del Giornale è uscito il suo 100 anni di arte immonda.

Luigi Mascheroni

Ha scritto per il Sole24Ore-Domenica e il Foglio. Dal 2001 lavora alla redazione Cultura del Giornale. Ha un insegnamento di Teoria e tecnica dell’informazione culturale all’Università Cattolica di Milano. Tra i suoi libri: Il pamphlet sui salotti intellettuali Manuale della cultura italiana (Excelsior 1881, 2010) e Elogio del plagio. Storia, tra scandali e processi, della sottile arte di copiare da Marziale al web (Aragno, 2015). Ha un canale YouTube di videorecensioni.

Cristina Toffolo De Piante

Imprenditrice nel settore grafico da quasi 30 anni. Collabora a livello internazionale con le più importanti aziende di packaging per la progettazione e la fabbricazione di impianti industriali che soddisfano la necessità dei più noti brand owners del mercato.

L'Idea

La casa editrice De Piante vuole avere una forte specializzazione nell’ambito letterario e artistico: prose d’arte, elzeviri, lettere, poesie, brevi saggi storico/critici. Requisito inderogabile: nessun autore vivente (o comunque non al di sotto della soglia del Venerato Maestro, cioè 90 anni): esistono troppi testi perduti o dispersi da recuperare per permettersi la stupidità di immetterne sul mercato di nuovi (e con ogni probabilità inutili). Non vogliamo lanciare giovani esordienti ma rileggere autori riconosciuti (dalla critica e dal pubblico). Gli autori pubblicati saranno, orientativamente, soltanto autori italiani (come italiano è il nome della casa editrice, italiana la carta, italiano il carattere, italiani gli inchiostri, e tutta italiana l’eleganza del prodotto). E ciò non per stucchevoli pulsioni nazionalistiche per segnare la casa editrice anche da un punto di vista etico nel momento di una difficile crisi economica del Paese vogliamo puntare - sfruttando al massimo le potenzialità che ci sono riconosciute dal mondo intero in campo editoriale – sulle nostre eccellenze di settore: dal punto di vista dei materiali e del gusto.Ecco quindi la volontà di coinvolgere nel progetto designer (per il logo ad esempio), grafici, artisti, maestri dell’arte tipografica. La crisi, a differenza di quanto insegnano gli economisti e i tecnici, si batte con il lusso non con la spending review (e la nostra sarà una casa editrice sontuosa). E insistere, anche in campo culturale, sul marchio “fatto in Italia” può essere una scommessa vincente.

Target

Due le tipologie di possibili acquirenti: a) lettori forti/fortissimi, collezionisti e bibliofili; b) aziende interessate a cadeau/omaggi a prezzo limitato ma di grande eleganza per i propri clienti (esempio: gallerie d’arte che in occasioni speciali, come inaugurazioni di mostre, scelgono di regalare a possibili acquirenti una plaquette impreziosita da un’opera dell’artista).

Linea editoriale

Il “taglio” nella scelta dei testi sarà prevalentemente (ma non solo) di tipo giornalistico. Vista la dimensione del formato e il numero ridotto di pagine, si privilegeranno (almeno in una fase iniziale) articoli, elzeviri, reportage, interviste, ritratti di grandi intellettuali e scrittori del Novecento apparsi sui giornali e poi mai più ripubblicati; oppure brevi inediti, o lettere o pagine dimenticate di “Vecchi Maestri”, sempre e soltanto italiani, o (eccezionalmente) autori stranieri i quali però abbiano avuto un forte legame culturale col nostro Paese. Tiratura: limitata Carta: pregiata e legatura a mano

I Libri

Le caratteriste materiali dell’oggetto-libro (copertina, grafica, carta, formato, tecniche di stampa) offrono un risultato assolutamente distante dall’effetto old style e fortemente legato alle possibilità offerte dalle nuove tecnologie, per generare un virtuoso contrasto fra un contenuto classico e  un contenitore iper-moderno. La nostra visione del mondo culturale si manifesterà in questo senso nel cortocircuito fra testo “alto” e  supporto pop.

Dove siamo

20144 Milano
Viale Coni Zugna, 71

Contatti

Email: info@depianteditore.it
Telefono: 0331 1487337

Seguici

Privacy e Policy - © 2018 - De Piante Editore Srl - P.IVA 09668490965